TESTI PARALLELI – Cultura


 Inglese tratto da: questa pagina
 Italiano tratto da: questa pagina
 
ultimo aggiornamento 23-12-2009Emy
Creative Commons License photo credit: maxalari

Culture
Cultura

Promoting Europe’s rich heritage
Promuovere il ricco patrimonio culturale europeo

Europe is proud of its cultural diversity.

L’Europa è orgogliosa della sua diversità culturale.

Language, literature, theatre, visual arts, architecture, crafts, the cinema and broadcasting may belong to a specific country or region, but they represent part of Europe’s common cultural heritage.

Lingua, letteratura, teatro, arti visive, architettura, artigianato, cinema e televisione, pur appartenendo a una regione o a un paese specifici, rappresentano una parte del comune patrimonio culturale europeo.

The European Union aims to preserve and support this diversity and to help make it accessible to others.

L’Unione europea intende tutelare e sostenere questa pluralità, e contribuire a renderla accessibile agli altri.

>>> Overview
Sintesi generale

These aims were spelt out in the 1992 Maastricht Treaty, which recognised formally for the first time the cultural dimension of European integration.
Si tratta di obiettivi formulati dal trattato di Maastricht del 1992, il quale per la prima volta ha riconosciuto formalmente la dimensione culturale dell’integrazione europea.

But cultural initiatives had begun earlier. For instance, the successful programme to select each year Europe’s Capital of Culture was launched in 1985.
Ma le iniziative culturali erano iniziate ben prima, come dimostra il programma, varato nel 1985, che ogni anno proclama una o più Capitali europee della cultura.

An important sector

Un settore importante

Cultural industries in the EU – cinema and audiovisual, publishing, music and crafts – are also important sources of revenue and of jobs, employing more than seven million people.

Le industrie culturali dell’UE – cinema e audiovisivo, editoria, musica e artigianato artistico – sono anche importanti fonti di reddito e occupazione: danno infatti lavoro ad oltre 7 milioni di persone.

The EU runs support programmes for certain cultural industries, encouraging them to grasp opportunities offered by the single market and digital technologies.

L’UE sostiene programmi a favore di alcune industrie culturali, incoraggiandole a cogliere le opportunità offerte dal mercato unico e dalle tecnologie digitali.

It also strives to create a dynamic environment for these industries by cutting red tape, providing easier access to funding, helping with research projects and encouraging more cooperation with partners inside and outside the Union.

Cerca inoltre di creare un ambiente dinamico per queste industrie, snellendo le procedure, garantendo un accesso più agevole ai finanziamenti, aiutando i progetti di ricerca e incoraggiando una maggiore collaborazione con altri soggetti operanti all’interno e all’esterno dell’Unione.

The Union also includes a cultural dimension in many other policy areas such as education (including language-learning), scientific research, support for IT and communications technologies, and social and regional development.

L’UE prevede anche una dimensione culturale in molte altre aree d’intervento, come l’istruzione (incluso l’apprendimento delle lingue), la ricerca scientifica, il sostegno alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e lo sviluppo sociale e regionale.

Europe’s helping hand

L’aiuto dell’Europa


For example, as part of its regional policy, the EU helps pay for music schools, concert halls and recording studios.

Nell’ambito della sua politica regionale, ad esempio, l’UE contribuisce al finanziamento di scuole di musica, sale da concerto e studi di registrazione.

It also funded the restoration of historic theatres including the Teatro del Liceu in Barcelona and the Fenice in Venice, damaged by fire in 1994 and 1996 respectively.

Ha inoltre partecipato al restauro di teatri storici come il Teatro del Liceu di Barcellona e la Fenice di Venezia, danneggiati da un incendio rispettivamente nel 1994 e nel 1996.

In its guidelines for the Regional Fund, the European Commission asks member governments to promote cultural development in poorer regions to help them assert their identity, attract tourists and create jobs in areas like online services and the media.

Negli orientamenti relativi al Fondo europeo di sviluppo regionale, la Commissione europea chiede ai governi degli Stati membri di promuovere lo sviluppo culturale nelle regioni più povere, aiutandole ad affermare la propria identità, attrarre turisti e creare posti di lavoro in settori quali i servizi on-line e i mezzi di comunicazione.

The Culture programme

Il programma Cultura


One of the EU’s flagship initiatives, the Culture programme, is now well-established.

Tra i più rappresentativi dell’UE, Cultura è un programma ben consolidato.

In its present form, it runs from 2007 to 2013 with a total budget for the period of around €400 million. It covers all non-audiovisual cultural activities.

L’attuale programma, che riguarda il periodo 2007-2013, beneficia di una dotazione di circa 400 milioni di euro e ha per oggetto tutte le attività culturali non audiovisive.

The specific objectives of the current Culture programme are to:

Gli obiettivi specifici dell’attuale programma Cultura sono:

- promote the awareness and the preservation of cultural items of European significance;

- sensibilizzare i cittadini all’importanza dei beni culturali di rilievo europeo e promuoverne la salvaguardia;

- promote the transnational mobility of those working in the cultural sector;

- incentivare la mobilità transnazionale degli operatori del settore culturale;

- encourage the transnational circulation of works and cultural and artistic products;

- incoraggiare la circolazione transnazionale delle opere d’arte e di prodotti culturali ed artistici;

- stimulate intercultural dialogue.

- stimolare il dialogo interculturale.

Capitals of culture

Le Capitali della cultura

The ‘Capitals of Culture’ programme sets out to highlight the great diversity of European culture, without forgetting the common wellspring from which much of it flows.
Il programma “Capitali della cultura” mette in evidenza la grande varietà della cultura europea, senza dimenticare la fonte comune da cui scaturisce.

Each year, one or two cities are selected as cultural capitals of Europe, thereby qualifying for financial support under the Culture programme.

Ogni anno, una o due città vengono nominate “Capitali europee della cultura” e possono così richiedere il sostegno finanziario previsto dal programma Cultura.

This money funds exhibitions and events highlighting the cultural heritage of the city and its region, plus a wide range of performances, concerts and other shows, which bring together players and artists from across the EU.
Le somme erogate sono destinate a finanziare mostre ed eventi che mettono in rilievo il patrimonio culturale della città e della sua regione, nonché un’ampia gamma di manifestazioni, concerti e altri spettacoli, a cui partecipano interpreti e artisti di tutta l’UE.

Experience shows the programme has had a long-term impact on the development of culture and tourism in the cities chosen.
L’esperienza dimostra che il programma ha un impatto a lungo termine sullo sviluppo culturale e turistico delle città prescelte.

The programme was originally scheduled to end in 2004, but such is its success that it has been renewed for a further 15 years.

Il programma avrebbe dovuto concludersi nel 2004, ma visto il suo grande successo è stato prorogato di altri 15 anni.

The 2008 Capitals of Culture are Liverpool in England and Stavanger in Norway.

Per il 2008 sono state scelte come Capitali della cultura Liverpool (Inghilterra) e Stavanger (Norvegia).

The year 2008 has been designated European Year of Intercultural Dialogue to promote communication between cultures in education and the workplace as well as in leisure and sports activities.
Il 2008 è stato designato “Anno europeo del dialogo interculturale” con l’obiettivo di promuovere la comunicazione tra le culture in ambito educativo e lavorativo, ma anche nel quadro delle attività ricreative e sportive.

The gift of tongues
Il dono delle lingue


Linguistic diversity is a cultural and democratic cornerstone of the European Union.

Nell’Unione europea la diversità linguistica costituisce un elemento fondamentale di cultura e democrazia.

Language not only opens doors to other cultures, it also enriches in a practical way our ability to benefit from cultural contacts when we travel or work in other Union countries.
Le lingue non soltanto aprono le porte alle altre culture, ma arricchiscono anche praticamente la nostra capacità di beneficiare dei contatti culturali quando viaggiamo o lavoriamo in altri paesi dell’Unione.

The long-term aim is to encourage people in Europe to learn two languages in addition to their mother tongue.

L’obiettivo a lungo termine è quello di incoraggiare gli europei ad apprendere almeno due lingue straniere.

Support for linguistic diversity is one of the EU’s operating principles.

Il sostegno alla diversità linguistica è uno dei principi alla base del funzionamento dell’UE:

With new members joining in 2004 and 2007, the number of official Union languages has risen from 11 to 23.

con l’adesione di nuovi Stati membri nel 2004 e 2007, il numero delle lingue ufficiali dell’Unione è salito da 11 a 23.

The EU requires its legislation to be available in all languages and therefore accessible to all citizens.
La legislazione dell’UE deve essere disponibile in tutte le lingue per risultare accessibile a tutti i cittadini.

It also guarantees that any EU citizens can write to an EU institution or body and receive a reply in their own language.

Inoltre, l’Unione garantisce a ciascuno di noi la possibilità di scrivere e ricevere una risposta nella propria lingua quando si rivolge alle istituzioni o agli organi europei.

In the same way, a member of the European Parliament has the right to represent his or her voters in their own language when he or she rises to speak.

Analogamente, ogni membro del Parlamento europeo ha il diritto di rappresentare i propri elettori nella loro lingua ogni qualvolta prenda la parola.

Leave a Reply